Presentazione

Obiettivi

I3P è oggi il principale incubatore universitario italiano, ed è uno dei maggiori a livello europeo. I3P ha l'obiettivo di generare nuova imprenditoria ad alta intensità di conoscenza (knowledge based), che tragga vantaggio dal rapporto stretto con il Politecnico di Torino e dalla sua capacità di catalizzare, stimolare e portare avanti iniziative imprenditoriali di frontiera.
La vicinanza fra Politecnico e I3P porta valore aggiunto a entrambi. Le aziende possono usufruire della prossimità con il Politecnico ed accedere alle conoscenze sviluppate nei suoi laboratori di ricerca. Il Politecnico, oltre ad avere in I3P un laboratorio anche didattico per gli studi sull’imprenditorialità, offre ai suoi studenti e ricercatori un’opportunità concreta di fare impresa, e dispone di uno strumento importante per il trasferimento delle innovazioni tecnologiche direttamente dai dipartimenti al circuito produttivo.
L’obiettivo di I3P è quindi incoraggiare e dare supporto a studenti, giovani laureati e dipendenti del Politecnico e dei centri di ricerca piemontesi, ma anche a chiunque voglia realizzare un’idea imprenditoriale che possa trarre vantaggio dalla prossimità coi dipartimenti del Politecnico, e assistere le nuove imprese negli anni dello start-up.


A chi si rivolge

  • Studenti, ricercatori e docenti del Politecnico o degli Enti Pubblici di ricerca
  • Società di persone o di capitale di nuova costituzione, che non abbiano superato il primo anno di attività
  • Aziende interessate a creare uno spin-off
  • Chiunque possa trarre vantaggio dalla vicinanza con i laboratori del Politecnico
  • Potenziali investitori che desiderano investire in imprese ad elevato potenziale di crescita
  • Manager e professionisti interessati a collaborare con startup selezionate
  • Altri incubatori, università e centri di ricerca che desiderino collegarsi a I3P per mettere in comune servizi e relazioni.

Come si entra

Per entrare nell’incubatore le imprese devono dimostrare di saper sviluppare progetti ad alta intensità di conoscenza, in base a modalità imprenditorialmente corrette e che siano valutate interessanti per il mercato.


Quanto si resta:

3 anni al massimo